La neurostimolazione trova principale indicazione nelle seguenti situazioni cliniche: radiculopatia e neuropatia periferica, lombosciatalgia, FBSS, dolore ischemico per arteriopatia periferica, angina refrattaria.

I pazienti che traggono beneficio dalla neurostimolazione sperimentano in media una riduzione del dolore del 50%, hanno una minore necessità di farmaci orali e, di conseguenza, meno effetti collaterali provocati all’uso e abuso di quest’ultimi. La riduzione del dolore porta naturalmente a un notevole miglioramento delle attività quotidiane e della qualità della vita.

Inoltre questo tipo di trattamento non comporta cambiamenti radicali a carico del midollo spinale. Può essere regolato e fornire diversi livelli di stimolazione nelle varie attività o nei diversi momenti della giornata, è reversibile e può essere “testato” per un breve periodo di tempo prima di sottoporsi all’impianto permanente. 


 

Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana - Centro Hub di Terapia del Dolore - Ospedale di Cisanello, Edificio 30 D
terapiadeldolore@ao-pisa.toscana.it - Accettazione reparto 050.992633-2161 - Libera professione 050.995272
  Site Map